Trasferirsi in Portogallo: la guida completa

trasferirsi-in-portogallo-la-guida-completa

Penso che trasferirsi in Portogallo sia il sogno di tanti e in effetti qua si vive molto bene. Al Portogallo non manca niente, ha le coste più belle d’Europa e un clima eccezionale. Sole d’estate e non troppo freddo d’inverno, per non parlare del cibo!

Se ci conoscete già, sapete che il Portogallo è stato il nostro quarto grande trasloco e dove attualmente viviamo. Quest’articolo vi potrà tornare molto utile se avete in mente di cambiare vita e trasferirvi nel coloratissimo Portogallo. Se ti piacerebbe avere una consulenza personalizzata contattaci e saremo felici di aiutarti per muovere i primi passi in questo Paese!

Prima di iniziare lascia che ti consigli un corso di portoghese veramente ben strutturato e di facile comprensione. Abbiamo frequentato questo corso e ci è stato super utile! L’insegnate madrelinga Anita è veramente una forza, sempre disponibile e raggiungibile in qualsiasi momento. Puoi scegliere tra Beginner ed Intermediate, scegli quale fa al caso tuo. Questo corso vale ogni centesimo speso!

Vediamo cosa c’è da sapere per viverci.

Trasferirsi in Portogallo: ecco quello che devi sapere

Dove cercare casa?

Il primo passo per trasferirsi in Portogallo è indubbiamente trovare un appartamento confortevole. Quindi mettiti subito a cercare su questi siti e sono sicuro che verrà fuori proprio quello che fa per voi:

Gli appartamenti in Portogallo sono classificati come T0, T1, T2… questo determina le stanze da letto di cui un appartamento dispone. T0 si riferisce a uno studio con letto e cucina nella stessa stanza.

Cos’è e come ottenere il NIF?

La prima cosa che dovrai richiedere una volta arrivati in Portogallo è il NIF, ovvero il numero d’identificazione fiscale. Questo numero ti servirà per un contratto di lavoro, per aver il medico e molte altre cose.

Per ottenere il NIF dovrai recarti all’Autoridade Tributaria (comunemente è chiamato Finanças) della città dove vi trasferirete e portate con voi il passaporto o carta d’identità e il contratto d’affitto, in poco tempo avrai il NIF nella tue mani.

Documenti - trasferirsi in Portogallo

Come richiedere l’atestado de residencia da junta de freguesia?

l’attestato di residenza viene rilasciato dall’ufficio della freguesia (ovvero quartiere), dove abitate. In Portogallo, ogni quartiere ha il proprio ufficio.

Costa 5 € e per averlo dovrai presentare il contratto di affitto e il contratto di lavoro, se lavori. Anche per ottenere questo documento il processo è abbastanza veloce.

Come richiedere il certificato del cittadino europeo?

Il certificato del cittadino europeo si richiede alla Camera Municipal, costa 15 € e i documenti da presentare sono il passaporto o carta d’identità e il contratto di lavoro. Se non hai un lavoro, porta un attestato che certifica che hai reddito a sufficienza per poterti mantenere economicamente nel Paese. Se sei studente è richiesto un certificato rilasciato dalla scuola pubblica o privata che stai frequentando

Come richiedere il medico in Portogallo?

Per ottenere il medico di base dovrai recarti al centro medico che ti sia più comodo e richiedere il numero sanitario. Di quali documenti avrete bisogno? Sarà necessario presentare il certificato di residenza e il contratto di lavoro.

Purtroppo, devo dire che la sanità in Portogallo non è buona. Per un appuntamento dal medico di famiglia l’attesa può arrivare fino a 3 mesi. Nonostante questo, puoi richiedere una “consulta de urgencia” alla reception (ovvero un appuntamento d’urgenza) chiamando la mattina alle 8.00 e te lo daranno per il giorno stesso. L’incontro con il dottore deve essere breve, circa 5 minuti. Un’altra opzione è esporre il tuo problema per scritto su un foglio (una palavrinha por favor) che verrà consegnato al dottore, il quale, se lo riterrà necessario, ti contatterà e cercherà di inserirti tra i prossimi appuntamenti.

Parlando di ospedali privati, le visite specialistiche in Portogallo sono economiche rispetto ai prezzi italiani, si aggirano sui 45€ anche se ora alcune specialitá non hanno piú prezzi cosí bassi. Un’altra cosa positiva è che se il medico di famiglia ti prescrive una radiografia o una qualsiasi altra visita da uno specialista, i costi sono ridotti grazie ad un accordo tra sanità pubblica e privata.

Molte persone hanno un’assicurazione privata a causa del cattivo servizio sanitario pubblico. Generalmente le assicurazioni sono economiche, a partire da 25€ circa per due persone al mese.

Come aprire un conto in banca in Portogallo?

Scegliere la banca giusta è un punto interessante. Tra tutte le banche che ci sono, ti consiglio di aprire il tuo conto in una banca dove le spese di gestione sono pari a 0, quella banca è Activo Bank. Per aprire il conto in Activo Bank è molto semplice. Avrai bisogno della tua carta d’identità o passaporto, un contratto di lavoro o una busta paga, una bolletta a tuo nome e versare nel tuo nuovo conto 500€. In 10 minuti avrai aperto il tuo conto. Puoi aprire un conto bancario anche se non hai un lavoro, per farlo devi essere iscritto al IEFP (Istituto do imprego e formação profesional) e richiedere una declaração de desemprego da loro e presentarla alla banca.

trasferirsi-in-portogallo-la-guida-completa

I benefici di trasferirsi in Portogallo

I benefici sono svariati, vivere in Portogallo non vuol dire solo, paesaggi mozzafiato, temperature invidiabili, ottimo cibo e prezzi economici. Ci sono sgravi fiscali interessanti per alcune professioni. Quindi se il pensiero di trasferirti in Portogallo fa brillare gli occhi prendi nota: sappi che puoi richiedere il certificato di “residente não habitual” per ottenere un beneficio molto allettante. Questo ti permette di pagare solo il 20% delle tasse in busta paga per 10 anni. Dopo di ché pagherai la percentuale di tasse che sarà in vigore passato questo lasso di tempo.

Trovi tutte le categorie che hanno diritto a questo beneficio cliccando qui, a pagina 6 e 7.

Ti ho fatto venir voglia di fare le valige? Ora hai tutte le informazioni per trasferirti in Portogallo, quindi se vuoi concretizzare il tuo sogno inizia a fare la lista delle cose da mettere in valigia e sali su un volo solo andata per il Portogallo! Trasferirsi in Portogallo non è poi così difficile!

Se ami il Portogallo ti consiglio di sbirciare negli articoli nella sezione Portogallo, te ne innamorerai ancor di più.

⬇️ Se ti è piaciuto l’articolo o ti è stato utile, aiutaci a condividerlo! ⬇️

Grazie!

More from Marco e Irene
Giordania – cosa sapere prima di partire
Sono sicuro che se siete atterrati su questo articolo è perchè state...
Continua a leggere
Join the Conversation

7 Comments

    1. says: Marco e Irene

      Ho visto che sei riuscito a tornare in Italia per fortuna! Purtroppo non credo che il 7 Maggio sia tutto finito🙏Ma speriamo🙏

    1. Qui si vive molto bene! Gli sgravi fiscali sono solo per alcune categorie, nell’articolo ho messo il link dove puoi vedere se ci rientri. Se ci rientri, prepara le valige ti aspettiamo in Portogallo! ;D

  1. says: Filippo

    Salve,
    siamo Filippo e Dila.
    Volevamo porvi alcune domane in merito al nostro urgente bisogno di espatriare dall’Italia verso il Portogallo, più precisamente Faro o le Azzorre (mete queste ambite da noi per la vicinanza al mare e per il costo ridotto della vita).
    Volevamo sapere di cosa necessitiamo per poter espatriare in pianta stabile poichè entrambi lavoriamo on-line su un sito di freelencer, Fiveer.
    Se dovessimo aver bisogno di accertare il nostro reddito visto che non è “fisso”, è possibile lo stesso espatriare senza avere un lavoro con un reddito fisso e avendo da parte dei risparmi accumulati nel tempo come garanzia?

    Grazie in anticipo per le eventuali delucidazioni.

    1. Ciao ragazzi,

      scusate il ritardo nella risposta ma il messaggio era finito in spam. Riguardo alla vostra domanda, vi servirá un documento che attesti che potete mantenervi nel Paese per richiedere il Certificato del Cittadino Europeo, questo certificato si deve richiedere entro 30 giorni dall’arrivo nel Pasese. Per poter vivere in Portogallo avrete bisogno di tutto quello che avete letto nell’articolo, non saprei per le Azzorre, penso che richiedano le stesse cose, ma non ne sono certo.
      Ciao!

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *