On the road nel Nord del Portogallo: 9 tappe per innamorarsene

on-the-road-nord-portogallo

Itinerario per un viaggio fantastico su quattro ruote nel nord del Portogallo

Cosa vuol dire fare un on the road nel nord del Portogallo? Ammirare i maestosi paesaggi vinicoli della Valle del Douro, fare trekking per infiniti percorsi naturalistici, rimanere incantati da panorami che catturarano il cuore, emozionarsi davanti alla tipica architettura di calce bianca e granito decorata con scintallanti azulejos, lasciare che le emozioni fluiscano ed assaporare la libertà del vero on the road, per me questi sono sinonimi di un viaggio strepitoso! Vi presento un itinerario di 9 tappe imperdibili per un viaggio indimenticabile nel nord del Portogallo.

Se l’idea di immergervi in questi paesaggi fa brillare gli occhi continuate a leggere e lasciatevi trasportare dalle tantissime meraviglie che il nord del Portogallo ha da offrire. Ci siamo trasferiti nel nord del Portogallo 3 anni fa e vi possiamo garantire che ogni giorno ce ne innamoriamo sempre di più.

Cosa vedere al nord del Portogallo? Accendiamo il motore e andiamo!

Da dove partire per un on the road nel Nord del Portogallo?

1ª tappa: l’intramontabile Porto

Porto si trova nel nord del Portogallo ed è la seconda città più grande del Paese, quindi un ottimo punto di partenza per visitare tutto il nord. Quello che dovrete fare è acquistare un biglietto aereo per Porto e noleggiare una macchina con cui macinare chilometri a più non posso!

Vi consiglierei di fermarvi a Porto per almeno 3 giorni per assaporare tutta la sua cultura attraverso i suoi colori sgargianti e le vibes che si respirano tra le tantissime viuzze del centro storico. Se vi state chiedendo cosa vedere a Porto, probabilmente non avete ancora letto l’articolo su cosa vedere a Porto, qui abbiamo raccolto i nostri tips su cosa non perdere e su dove mangiare a Porto. Ti segnalo questo interessante tour gratuito per Porto per scoprire al meglio la cittá (la guida è in lingua inglese). Oppure qui trovi tantissimi tour e attività da fare a Porto! Scoprite quella che fa per voi, ce n’è per tutti i gusti!

Se decidete di inserire Porto nel vostro itinerario non dimenticatevi di attraversare il maestoso Ponte Dom Luis per raggiungere Vila Nova de Gaia e sorseggiare un buon bicchiere di vino porto! Salite al terzo piano del locale Porto Cruz, accomodatevi e godetevi una vista privilegiata sul fiume Douro sorseggiando un bicchiere di porto.

Lasciate la macchina di fronte il Tribunal da Relaçao, il parcheggio è a pagamento però non è molto caro (la Domenica non si paga). In 5 minuti sarete di fronte alla coloratissima Igreja do Carmo da dove potrete iniziare a scoprire Porto in tutta la sua bellezza.

Qui sotto trovate le indicazioni per raggiungere il centro di Porto partendo dell’aeroporto Sa Carneiro fino ad arrivare al parcheggio di fronte al Tribunal de Relaçao.

2ª tappa: Apulia, dove i mulini si affacciano sull’oceano

Qui si viene per godersi l’oceano a pieni polmoni, affondare i piedi nella sabbia dorata e camminare godendosi il momento presente. È la nostra spiaggia preferita di tutta la costa del nord del Portogallo perchè a renderla magica sono degli antichi mulini che si affacciano sull’oceano, ubicati sulle dune che abbracciano il vastissimo arenile. Un cosiglio, fate sosta ad Apulia quando il sole inizia a gettarsi nell’oceano, sarà un tramonto da aggiungere alla lista dei tramonti più belli mai visti.

Godetevi una cena di pesce in uno dei tanti ristorantini che offre Apulia, ma prima io vi consiglierei di fare un aperitivo vista oceano al Nautilus Bar, mettetevi comodi, scegliete un piatto di amêijoas (vongole), un calice di vino bianco e gustatevi un tramonto indimenticabile.

Lasciate la macchina in questo parcheggio gratuito, oppure proseguite per la stessa strada (Avenida Marginal Cedovém) ne troverete altri. Altrimenti potete lasciarla in quest’altro grande parcheggio gratuito.

Enjoy Apulia

3ª tappa: Viana do Castelo una chicca della regione del Minho

Proseguite il vostro on the road per il nord del Portogallo dirigendovi ancora più a nord per raggiungere Viana do Castelo, che si trova a soli 30 minuti circa dalla Spagna. Un’altra città della regione del Minho con un centro storico ben conservato e molto grazioso.

Se penso a Viana do Castelo vengo immediatamente proiettato sulla cima del Santuario de Santa Luzia, senza dubbio uno dei punti panoramici più belli di Viana da dove si scorge il fiume Lima gettarsi nell’oceano Atlantico. Una funicolare immersa nel verde vi darà un passaggio fino al Santuario. Ma sapete che qua, oltre che a Porto, Gustave Eiffel ha lasciato il suo segno? Infatti il Ponte Eiffel atraversa proprio il fiume Lima. Si può oltrepassare con la macchina e con il treno perché è a due piani.

Concedetevi un giro in centro e passate da Manuel Natario ad assaggiare una delle più gustose bolas de berlim, molto simile ad un bombolone ricoperto di zucchero e farcito con crema pasticcera. Una vera goduria!

Ma dove parcheggiare? Vi consiglio di lasciare la macchina in questo parcheggio gratuito che costeggia il fiume. È molto grande quindi sono sicuro che riuscirete a trovare un parcheggio con facilità.

Qua sotto la mappa di come arrivare da Apulia fino al parking di Viana do Castelo

4ª tappa: Peneda de Gerês, il parco più bello tra natura e panorami strepitosi

L’unico parco nazionale del Portogallo considerato Riserva Mondiale della Biosfera si trova proprio a nord-est del Paese, sto parlando del parco nazionale di Peneda de Gerês, un vastissimo polmone verde nel quale si snodano molti percorsi naturalistici, alcuni con viste mozzafiato, circondati da ruscelli e cascate.

Ho per voi un’escursione che fa al caso vostro se quello che desiderate è addentrarvi nella vegetazione del parco, rinfrescarvi nelle acque delle cascate di Thaiti e emozionarvi davanti ad una vista pazzesca su tutta la Valle di Gerês, questo tour esaudirà i vostri desideri! (N.B: la guida parla inglese ma potrebbe parlare anche altre lingue)

Parlando di percorsi naturalistici non posso che nominarvi il Trilho das 7 Lagoas, un trekking fantastico circondato da fiori fucsia e rocce scultoree da dove si ammirano dei panorami veramente pazzeschi. Alla fine del percorso si trovano 7 pozze d’acqua cristallina dove refrigerarsi in una giornata di caldo estivo. Per raggiungere questo percorso impostate il GPS su Xertelo, un piccolo paesino tra i monti.

Un altro percorso molto bello è il Passadiço do Sistelo completamente immerso nella natura tra cascatelle e alberi ricoperti da muschio, sviluppato su una passerella di legno sugli argini del fiume Vez. Un trekking di facile percorrenza a contatto con la natura.

In tutto il parco di Gerês si possono avvistare caprioli, (il simbolo del parco), lupi, cani di Castro Laboreiro (una razza autoctona), mucche e infine cavalli selvatici che abbiamo avuto il piacere di vedere proprio durante un trekking nel Trilho das 7 Lagoas. L’incontro con una famiglia di cavalli selvatici è stato il top!

5ª tappa: Braga una delle più antiche città del Portogallo

Braga è la nostra bella città adottiva, se avete letto la nostra bio lo sapete già. Devo essere sincero, nonostante Braga sia la terza città più grande del Portogallo, prima che venissimo ad abitare qui non ne conoscevamo l’esistenza.

Braga è un gioiellino, ecco perchè vi consiglio di inserirla nel vostro on the road nel nord del Portogallo:

Circa 67 chiese, aiuole super curate che esplondo di colori sgargianti, un borgo che sembra uscito da un set cinematografico, gli immancabili azulejos a decorare la città e uno charm che cattura qualsiasi visitatore, questa è la nostra Braga.

on-the-road-nord-portogallo-braga

Cosa vedere a Braga?

Perdersi per le strade acciottolate di Braga è il modo migliore per gustarsi la città. Quindi dove parcheggiare a Braga per esplorare la città al meglio? Questo è un parcheggio gratuito che potete prendere in considerazione, altrimenti ci sono circa una ventina di parcheggi a pagamento sparsi per il centro.

Se non avete ancora letto l’articolo su cosa vedere e fare a Braga, andate subito a scoprirlo! Vi parlo dei luoghi da non perdere più due chicche dove assaporare i dolci più buoni di Braga!

Se preferite affidarvi a una guida esperta della città, vi consiglio questo tour gratuito di Braga. La guida vi farà scoprire i luoghi più belli di Braga raccontandoveli al meglio, ne vale assolutamente la pena!

Braga ha un elenco di eventi vastissimo che si svolgono ogni anno per lo più da Maggio a Settembre. La festa più grande è senza dubbio São João, si celebra tra il 23 e il 24 Giugno, e le celebrazioni sono molto particolari, scoprilo nell’articolo la festa più grande del nord del Portogallo.

on-the-road-nord-portogallo-bom-jesus
Santuario do Bom Jesus

6ª tappa: Guimarães, la città dove nacque il Portogallo

Accendete il motore e puntate dritti su Guimarães a pochi km di distanza da Braga. Guimarães è considerata la culla del Portogallo perchè qui nacque Afonso Henriques, il primo re del Portogallo.

Una delle città più antiche del Portogallo classificata Patrimono Mondiale dell’Unesco per il suo grazioso borgo molto ben conservato racchiuso da una cinta muraria. Perdetevi nelle viuzze costeggiate da edifici in granito e balconcini in ferro battuto ornati da fiori dai colori vivaci, non potrete fare a meno che camminare col naso all’insù. Fermatevi in Praça da Oliveira e prendete un caffè in uno dei bar che si affacciano sulla piazza.

Se amate i panorami come noi fate sosta all’Hotel Fundador, salite all’11º piano e soreseggiate un drink ammirando un panorama incredibile! Ma se volete vedere la vista più bella di Guimarães allora prendete il teleferico che porta al Santuario da Penha e stupitevi contemplando il panorma fantastico su tutta la città. Il costo del teleferico è di 7.50€.

7ª tappa, la Valle del Douro un’incantevole immersione nel regno delle vigne

In un itinerario on the road nel nord del Portogallo visitare la Valle del Douro è assolutemte un must! Immaginate di vedere un susseguirsi di colline ricoperte da un manto di filari di vigne a perdita d’occhio che lasciano il passaggio al fiume Douro. Vi assicuro che è uno spettacolo naturalistico incredibile, il momento top è l’ora del tramonto quando i vigneti si tingono di un color oro e i fasci di luce si fanno spazio tra le colline!

Lungo il fiume Douro ci sono molti tratti fantastici, ma io vi consiglio di visitare Peso da Régua, uno dei tratti più suggestivi di tutta la Valle del Douro.

Dove dormire nella Valle del Douro?

Vi consiglio di fermarvi nella zona di Peso Régua per almeno 3 giorni. Noi abbiamo soggiornato a 20 minuti di macchina da Peso da Régua, a Quinta da Pousada, nella tranquilllità più assoluta con una vista superlativa sui tipici socalcos, i terrazzamenti di vigneti emblematici della Valle del Douro. Un luogo intimo di 7 camere dove poter disconnetere da tutto. Lo staff è gentilissimo e l’arredamento è curato nei minimi dettagli. La colazione genuina con prodotti locali è il top!

on-the-road-nord-portogallo-dove-dormire
Una diapositiva di noi a Quinta da Pousada in un contesto naturalistico unico

Dove fare degustazioni di vino nella Valle del Douro

Cosa fare a Peso da Régua se non degustazioni di vino a non finire, sulle colline del regno del Douro ci sono tantissime Quintas (tenute vinicole, spesso con hotel annesso) veramente favolose. Noi tra le tante vi possiamo consigliare Quinta do Vallado e Quinta da Pacheca.

Dovete sapere che nel Douro, in tutte le quitas la vendemmia viene fatta manualmente proprio per la disposizione delle vigne in terrazamenti (ogni scalone si chiama socalco) per questo le uve della Valle del Douro sono le più care al mondo!

La quinta che ci è rimasta più nel cuore è senza dubbio Quinta da Pacheca dove oltre alle degustazioni si può alloggiare in delle botti! È una delle più antiche del Douro che conta con 75 ettari di terreno, qui usano il metodo tradizionale per la spremitutura dell’uva, ossia con i piedi. La guida molto simpatica e coinvolgente ci ha portato alla scoperta di tutta la Quinta, uno spazio ampio, elegante con tantissima vegetazione. Ottimo tour e vini squisiti, il migliore per noi è stato il porto tawny invecchiato 30 anni!

A Quinta da Pacheca il costo della visita + un tasting di 3 vini + 1 porto è di 15€, il prezzo è veramente buono. Potete prenotare direttamente da qui la vostra degustazione (NB. il tour è in lingua inglese o portoghese). Prenotate sempre in anticipo altrimenti potreste non trovare disponibilità visto che sono molto gettonate.

on-the-road-nord-portogallo-quinta-da-pacheca-degustazione
Uno dei scorci vinicoli di Quinta da Pacheca

A Quinta do Vallado il costo della visita + un tasting di 4 vini + un porto è di 25€. Le visite sono in inglese e in portoghese. Anche per questo tour prenotate in anticipo per trovare disponibilità. Potrete prenotare inviando una mail dal loro sito o attraverso altri siti di prenotazione come Portugal by wine.

Non solo degustazioni nella Valle del Douro

Oltre alle innumerevoli cantine, la Valle del Douro racchiude in sè tantissimi percorsi naturalistici alternati tra filari di vigne e sentieri lungo il fiume Douro. A Peso da Régua ce n’è uno davvero interessante con degli scorci, che sono sicuro, cattureranno i vostri occhi, vi ho già parlato del trekking Trilho do Vinho do Porto in questo articolo, se non lo avete ancora letto qui troverete una mappa scaricabile del percorso, gli spots più instagrammabili e tante altre info.

on-the-road-nord-portogallo-trilho-vinho-do-porto

8ª tappa, Aveiro la Venezia portoghese

Un’altra tappa da inserire nel vostro on the road nel nord del Portogallo è Aveiro, sono sicuro che non ve ne pentirete. Vi innamorerete dei canali della laguna che si snodano per la città solcati da coloratissime imbarcazioni molto simili alle gondole veneziane chiamate moliceiros. Una città dallo charme veneziano con un tocco di eleganza dato dagli edifici in stile liberty e gli immancabili azulejos.

Cosa fare ad Aveiro?

Cosa fare ad Aveiro se non un giro in moliceiro dal quale ammirare la città da un’altra prospettiva sfrecciando tra i canali della laguna. Date un occhio a questo tour, ne rimarrete affascinati. Noi lo abbiamo fatto ed è stato fantastico.

Non si può lasciare Averio senza aver provato gli ovos moles, un tipico dolce a base d’uovo racchiuso da due veli di ostia. Per non farvi mancare niente vi segnalo questa degustazione di prodotti regionali di Aveiro tutti da assaporare.

Se volete vivere al meglio Aveiro vi consiglio di prenotare questo tour gratuito che vi permetterà di scoprire i principali monumenti e la storia della capitale portoghese dell’Art Nouveau. (NB: Tutti i tour sono in lungua inglese)

Non fate come noi e aggiungete alla vostra lista di cose da fare ad Aveiro una visita alle saline dove estraggono l’oro bianco con un metodo millenario. Se amate i fanghi, qui è possibile fare questa esperienza oltre che usufrire del servizio massaggi, aloterapia e spa.

9ª tappa: Costa Nova do Prado il luogo più instagrammabile di tutto l’on the road del nord del Portogallo

Per finire in bellezza l’on the road nel nord del Portogallo inserite nel vostro itinerario il luogo più instagrammabile per eccellenza! Impostate Costa Nova do Prado sul vostro GPS e sfrecciate sulla costa dove l’ampiezza e il colore blu dell’oceano vi conquisteranno. Fate il pieno di iodio passeggiando sulla passerella di legno vista oceano, i vostri occhi e la vostra mente ringrazieranno. Ma qual è il vero spot instagrammabile a Costa Nova do Prado? Senza ombra di dubbio, i palheiros! La foto qua sotto parla da sola, sono delle case dipinte con larghe strisce verticali, la principale attrazione di Costa Nova do Prado. Anticamente utilizzati dai pescatori come magazzini per attrezzi impiegati nella pesca, oggi appartamenti.

Vivendo nel nord del Portogallo abbiamo selezionato accuratamente per voi i luoghi assolutamente da non perdere in un itinerario per un on the road nel nord del Portogallo. Penso che a questo punto avrete gli occhi a cuore da voler continuare ad esplorare tutto il Paese. Continuate a progettare il vostro viaggio partendo da qui, dove troverete altri articoli che potranno aiutarvi nelle vostre scelte del vostro itinerario.

Prima di iniziare il vostro on the road in giro per il Portogallo c’è una cosa molto importante che dovete sapere: come pagare i pedaggi autostradali. Non è assolutamente scontato sapere come pagare i pedaggi autostradali in Portogallo. Oltre ai consueti caselli ci sono degli archi metallici i quali fotografano la targa del veicolo e addebitano il costo del pedaggio al proprietario della vettura o alla compagnia di noleggio.

Non vi preoccupate, la soluzione si trova nell’articolo come pagare i pedaggi autostradali in Portogallo. Qui vi spiego dettagliatamente come e qual è il metodo migliore per pagare i pedaggi autostradali senza incorrere in fastidiose multe.

Se ti è piaciuto l’articolo o ti è stato utile aiutaci a condividerlo!

Grazie!

More from Marco e Irene
Hotel eco ad Amarante: tra i vigneti della Quinta da Lixa
Se stai cercando un hotel eco ad Amarante immerso tra i vigneti...
Continua a leggere
Join the Conversation

4 Comments

  1. Ragazzi vi seguiamo già su Instagram per tutti i bellissimi consigli su questo paese che, speriamo presto, riusciremo a scoprire! Intanto, vedendo questo itinerario per tappe non abbiamo potuto fare a meno di volare con la fantasia!

    1. Ciao Lara! Grazie mille ci fa molto piacere! Per quanto riguarda questo itinerario, non ti consiglierei Gennaio perchè il nord del Portogallo è abbastanza piovoso e quindi anche i posti perdono un po’ il suo incanto. Magari Porto è fattibile, ma altri luoghi non tanto. Il periodo ottimale per fare un bel on the road del nord del Portogallo, direi è da Aprile fino a Settembre. Ciao!

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.